04-07-2019

Quando cerchiamo un cartoncino riciclato per la produzione di shopper, emergono una serie di necessità, ma, al tempo stesso, di problemi.
Trovare il cartoncino giusto non è semplice, perchè chi produce shopper e imballaggi ha bisogno di rispondere specifiche tecniche e normative restrittive e tutt’altro che ovvie.

Il cartoncino deve essere riciclato, sul serio.

 

 

Non basta dire “usiamo cartoncino riciclato”, bisogna anche dimostrarlo. Ecco perchè produciamo cartoncino certificato su diversi fronti.

ReMade in Italy®: siamo la prima cartiera in Italia a vantare questa certificazione che attesta l’esatta “ricetta” del nostro cartoncino. Nello specifico viene certificata la tracciabilità dei flussi di materie a garanzia della massima trasparenza delle operazioni.

FSC® helps take care of forests for future generations : la certificazione che, per eccellenza, premia la responsabilità ambientale.

ISEGA 42060 U 16: è la certificazione che garantisce l’omologazione per gli utilizzi relativi all’imballaggio di generi alimentari e bevande. In questo modo si ha la garanzia dell’assenza di elementi contaminanti nel cartone.

 

Le grammature: tra i 350 e i 1000 grammi

 

Il cartoncino per i fondi delle shopper o per i rinforzi non può essere cartone leggero e deve rispondere a caratteristiche di rigidità. Per questo abbiamo creato una ricetta speciale di cartoncino che nasce per gli imballaggi ma si sposa perfettamente con le produzioni di shopper. Tipologie disponibili:

grigio

avana

bianco-grigio

bianco-bianco

250 euro a bancale, prezzo fisso?

Non è una svendita e nemmeno una liquidazione. È che la nostra produzione non è progettata per i cosiddetti “formatini” che sono invece interessanti per chi produce shopper.
Il nostro cartoncino nasce per altri impieghi (imballaggi, interfalde, tubi, scatole, etc.) ma da queste lavorazioni estraiamo una certa quantità che stocchiamo per chi si occupa di shopper.
Questo ci permette di costruire un prezzo a forfait così basso.

Credito d’imposta per risparmiare ancora di più

Grazie al cosiddetto Decreto Crescita (D.L. 34/2019) sono previste specifiche agevolazioni fiscali in relazione all’acquisto di prodotti da “riciclo e riuso“. In particolare, il comma 1 dell’articolo in parola stabilisce che, per il 2020, è riconosciuto un contributo pari al 25% del costo di acquisto di:

semilavorati e prodotti finiti derivanti, per almeno il 75% della loro composizione, dal riciclaggio di rifiuti o di rottami;

compost di qualità derivante dal trattamento della frazione organica differenziata dei rifiuti.

Il contributo viene riconosciuto sotto forma di credito d’imposta fino a un importo massimo annuale di 10.000 euro per ciascun beneficiario.

Per tutti i dettagli di questo provvedimento scarica il documento completo oppure puoi contattarci direttamente.

Si, ma le consegne?

Veloci e puntuali. Chiedi ai nostri clienti abituali.

Da 230 quanti ne sono rimasti?

Aggiorniamo la giacenza circa una volta alla settimana. Alla data del 4 dicembre  2019 sono rimasti solo 126 bancali.
Scarica la scheda completa della giacenza effettiva aggiornata.

 

 

RICHIEDI CAMPIONARIO

RICHIEDI